L’Oasi di Pannarano rappresenta uno scrigno di biodiversità situato nella meravigliosa area naturalistica protetta del Parco regionale del Partenio. Il suo ambiente è caratterizzato da una spettacolare foresta di faggi rigogliosi che, sulla vetta (1.598 m), assumono forme artistiche tali da immaginare mani esperte intente a modellarli.

Lungo i diversi sentieri dell’Oasi, oltre al faggio, si possono osservare diverse specie di aceri, tigli, agrifogli e il raro e millenario tasso. In primavera e in estate si resta affascinati dai colori e profumi dei tantissimi fiori presenti, tra cui il bellissimo giglio martagone (simbolo dell’Oasi).
A ravvivare l’area, lungo sorgenti e corsi d’acqua cristallini, si trova (tra gli anfibi) la salamandra pezzata dai brillanti colori giallo e nero.

Tra le 70 specie di uccelli nidificanti nell’area protetta, gli occhi più attenti possono riconoscere la poiana, lo sparviere, il gheppio, il falco pellegrino e il corvo imperiale; anche i pipistrelli, presenti con circa 8 specie, hanno trovato la loro “dimora principale” nella scenografica grotta carsica di Mattiuccio. Tra i mammiferi, il lupo resta il vero “signore e custode” della montagna e, con il suo lungo ululato, “protegge” l’intero massiccio montuoso.

L’Oasi protetta di Pannarano è la destinazione ideale per gli amanti del trekking, le famiglie e le scolaresche; conta, infatti, nove sentieri facilmente accessibili e praticabili da tutti di cui uno – il percorso naturaLa cincia mora” – attrezzato con pannelli descrittivi e un’aula didattica nel bosco.

Nelle calde giornate estive il refrigerio è garantito dalle limpide e fresche acque della sorgente oligominerale “Acqua delle Vene”, situata all’ingresso dell’Oasi. Sempre all’ingresso sono anche presenti un’area attrezzata per la sosta, dove è possibile consumare uno spuntino, e il rifugio-centro visite “Acqua delle Vene”, dotato di posti letto per il pernottamento degli escursionisti e dove vengono proposti gustosissimi piatti a base di prodotti locali.

Le attività che si realizzano nel corso dell’anno incontrano i più svariati interessi dei visitatori; vengono organizzati, infatti, visite guidate, campi avventura, videoproiezioni e arrampicate sportive. Le visite si effettuano su prenotazione nel corso di tutto l’anno su tutti i sentieri e possono essere anche tematiche (botaniche, birdwatching, in grotta, ecc…) secondo le esigenze e le preferenze degli ospiti.

Il divertimento è realmente assicurato in questo vero e proprio “teatro” naturale!

Gli operatori e le guide dell’area sono impegnati quotidianamente ad accogliere i visitatori e fornirgli tutta l’assistenza e le informazioni utili per trascorrere, in piena tranquillità, giornate o weekend immersi in una natura ancora incontaminata.

Si ringraziano Camillo Campolongo, Costantino Tedeschi e Salvatore Mobilia per la preziosa collaborazione

 

 

Per maggiori informazioni

www.rifugioacquadellevene.blogspot.com

www.wwf.it/oasi/campania/montagna_di_sopra